Ieri ho fatto la pizza!!!

Per 1 kg d’impasto

420 gr di Revolution

120 gr di farina di riso*

420 gr di preparato per focaccia Senzaltro

2 patate bollite

510 gr di acqua frizzante temperatura ambiente

25 gr di lievito di birra fresco

10 gr di miele

20 gr di sale

40/50 gr d’olio evo

Tempi di lievitazione 2 o 3 ore

Condimento a piacere

Temperatura forno 250 gr per 10 minuti

Procedimento 

Per preparare la pasta per la pizza ho  scelto di impastare il tutto a mano, ma se preferite utilizzare l’impastatrice potrete seguire gli stessi procedimenti, utilizzando il gancio a velocità medio bassa. Cominciate versando il lievito nell’acqua a temperatura ambiente, aggiungete il miele e mescolate con una forchetta e fatelo agire per 10 minuti .

Se preferite, potete utilizzare 8 g di lievito di birra disidratato consentito.

Proseguite versando le farine, le due patate bollite e schiacciate in un recipiente .

Poi versate l’acqua un po’ alla volta  mentre impastate con le mani: la temperatura ideale dell’acqua è di 25°. Quando avrete versato la metà del liquido, potete aggiungere anche il sale e continuare ad impastare, versando l’acqua sempre un po’ alla volta, fino ad ottenere un composto omogeneo.

A questo punto potete aggiungere l’olio, anche questo versato un po’ alla volta mentre continuate ad impastare. Infine trasferite l’impasto sul piano da lavoro e lavoratelo con le mani fino a che non sarà liscio e omogeneo .

Trasferite l’impasto così formato in una ciotola, coprite con pellicola trasparente  e lasciate lievitare. Per comodità potete mettere la ciotola in forno spento ma con la luce accesa, così l’interno raggiungerà la temperatura di 26-28°, ideale per la lievitazione; in alternativa potete anche tenere la bacinella in un luogo caldo.

I tempi sono approssimativi poiché ogni impasto, la temperatura e le condizioni metereologiche influenzano la lievitazione: mediamente l’impasto dovrebbe impiegare 2/ 3 ore a raddoppiare di volume.

Trascorso il tempo della lievitazione, l’impasto sarà bello gonfio, quindi trasferitelo sul piano da lavoro (14) e dividetelo a metà con un tarocco. Se dovesse servirvi, potete infarinare leggermente il piano di lavoro.

Dividete l’impasto in quattro parti e  formate delle  sfere lisce e regolare.

Trasferite i quattro  impasti su un vassoio  e lasciateli riposare ancora per una mezz’oretta, sempre coperti con pellicola o con un canovaccio, prima di poter tirare l’impasto per la pizza e condirlo a vostro piacimento…

Con questo impasto ho fatto anche il pane, il risultato, ottimo !!!

Conservazione

Una volta lievitato l’impasto va cotto oppure conservato. In questo caso si può ridurre sensibilmente la quantità di lievito, coprire la ciotola con pellicola e lasciar maturare in frigorifero per 8-12 ore.

Trascorso il tempo sarà sufficiente lasciar acclimatare l’impasto e poi proseguire come da ricetta.

La pasta per la pizza una volta lievitata può anche essere congelata, meglio se divisa già in porzioni, e conservata in un sacchetto gelo.

Successivamente sarà sufficiente lasciar scongelare la propria porzione a temperatura ambiente e proseguire come da ricetta.

Se preferite potete anche congelare la pizza da semi cotta: basterà effettuare metà cottura, lasciarla raffreddare e infine congelarla coperta da alluminio; successivamente basterà cuocerla, ancora congelata, ad una temperatura un po’ più bassa.

Facebook Commenti